.
  Guida alle luci di via
 

Per prevenire gli abbordi in mare di notte ogni unità deve segnalare la propria presenza e direzione.

Una piccolissima unità che proceda a lento moto, per esempio il tender di servizio, può limitarsi ad una luce bianca costituita da una lanterna o

una torcia. Non così se supera una certa velocità o dimensione. In questo caso occorre mostrare le cosiddette LUCI DI VIA: vale a dire una luce verde a dritta, una luce rossa a sinistra ed una luce bianca di poppa, detta anche luce di coronamento


Cosa sono le luci di navigazione?

Luci che durante la notte rendono visibile la situazione e la direzione dell’imbarcazione in modo da facilitare la navigazione ed evitare collisioni.

Tutte le imbarcazioni, indipendentemente dalla misura, devono avere 4 (quattro) tipi di luci di navigazione:


1. Luci testa d’albero: Posizionate sull’albero, queste luci danno una luce bianca continua con un angolo di 225°. Le aste luminose devono essere visibili da una distanza da 2 a 6 miglia marine, a seconda della lunghezza ell’imbarcazione.

2. Luci laterali: Sono un insieme di due luci posizionate ai lati dell’imbarcazione. Una luce verde posizionata sul lato destro (tribordo) e una rossa sul lato sinistro (babordo). Ognuna deve essere visibile con un angolo di 112,5° e da una distanza da 1 a 3 miglia marine a seconda della lunghezza dell’imbarcazione.

3. Luci di poppa: Questo tipo di luce è posizionata a poppa e da una luce bianca continua con un angolo di 135°. A seconda della lunghezza dell’imbarcazione, le luci di poppa devono essere visibili da una distanza di 2 o 3 miglia marine.


4. Luci 360°: Le luci di questa categoria danno una luce bianca, rossa, blu, verde o gialla a 360°. Sono visibili da una distanza di 2 o 3 miglia marine a seconda della lunghezza dell’imbarcazione.

Categorie A parte la divisione precedente, le luci di navigazione sono suddivise secondo il tipo e la lunghezza dell’imbarcazione.

- 12 metri: Le luci di navigazione di questa categoria sono realizzate per essere utilizzate su imbarcazioni fino a 12 metri.

- 20 metri: Le luci che rientrano in questa categoria sono da utilizzare su imbarcazioni fino a 20 metri.

- Aste luminose: Queste luci hanno una categoria propria, dovuta alla loro diversità di design rispetto alle altre luci di navigazione.

- Imbarcazioni veloci: Le luci di navigazione per questo tipo di imbarcazioni hanno una categoria separata per la loro differenza nel design e nella costruzione rispetto agli altri tipi di luci.

- Luci 360°:
Questa categoria comprende tutti i segnali luminosi.


La Normativa La normativa che si riferisce alla luci di navigazione è la Collision Regulation ‘72 conosciuta come COL.REG.72, secondo cui tutte le imbarcazioni devono mostrare luci e segnali luminosi in modo da evitare collisioni in mare. Sebbene tutti i paesi accettino normalmente il COL.REG.72 ogni paese fissa poi i requisiti che ritiene necessari, come per esempio la resistenza alla vibrazione o all’acqua e molti altri parametri. Proprio per i differenti requisiti richiesti da ogni paese e anche perchè non esiste una direttiva europea, i produttori devono avere la certificazione di ogni paese. A seconda del modello, le luci di navigazione sono certificate da paesi come Grecia (E.E.P.), Italia (R.I.N.A.), Francia (SN), Gran Bretagna (DOT), Olanda (NMD)e Sud Africa (DOT). E’ necessario seguire la normativa sul tipo, il posizionamento e il funzionamento delle luci di navigazione sulle imbarcazioni per la vostra sicurezza e per rispettare i requisiti richiesti ogni volta dal paese di riferimento.
 


Guida all’Uso delle Luci di Navigazione












 
  Oggi 31308 visitatori (81754 hits) Copyright © Gommomania  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=
Ricerca personalizzata